vacanze comode

Vacanze comode

Cosa intendo con vacanze comode? Io lo so che adesso va molto di moda il low cost e lo spendere il meno possibile rinunciando a qualche comodità qua e là. Per carità, anche io sono stata in ostello o in sistemazioni lontane dal centro per risparmiare, ma ora come ora -sarà l’età- qualche comodità la voglio.

Le comodità a cui non voglio rinunciare

Qualche giorno fa stavo programmando le vacanze e guardavo sì al prezzo, ma anche ai servizi di zona e hotel. Ad esempio, ora sono più propensa a un hotel ben attrezzato o a un appartamento, piuttosto che un ostello. Cerco sempre la colazione inclusa (quasi esclusivamente) o in alternativa/abbinamento qualcosa che abbia un angolo cottura. In questo modo pago sì qualche soldo extra, ma posso scegliere di non andare al ristorante se sono stanca o se ho voglia di tranquillità o se non voglio spendere altri soldi. Un’altra cosa che mi piace avere il 99% delle volte è il bagno privato. Mi è capitato di fare delle eccezioni per soggiorni brevi e se l’hotel è buono non crea troppi problemi. In passato, per risparmiare sceglievo hotel anche molto fuori mano, magari nemmeno ben collegati, con diversi tratti a piedi da fare. Ora, invece, preferisco un hotel centrale o, nel caso di città enormi come Parigi, anche un po’ fuori mano (non è necessario stare sotto alla Torre Eiffel), ma ben servito dai mezzi, con fermate a due passi dall’hotel e distante massimo 20 minuti dai luoghi di interesse. Poi preferisco qualcosa di silenzioso e tranquillo. Lo so, questa caratteristica sembra cozzare con la scelta di un hotel in centro, ma dipende dalla città: come accennavo prima, se la città è molto grande è meglio scegliere zone fuori mano. E last but not least (perché in inglese fa più figo) la struttura deve avere buone recensioni. Molto buone.

Inghilterra e Spagna in comodità a 117 euro al giorno (voli, colazione, parcheggio e trasporti inclusi)

Partiamo dal presupposto che quando dico “X euro al giorno” tendo sempre a includere più cose possibili. Perché è pieno di siti che “Visita Parigi a 2 euro al giorno” o “Come ho girato l’Europa con 10 euro al giorno”, salvo poi scoprire che non sono inclusi voli, collegamenti, musei, etc.

Quando su questo sito menzionerò dei prezzi, questi includeranno sempre i voli, spesso la colazione e i trasporti e a volte persino i pasti.

In questi 117 euro al giorno a persona sono inclusi:

  • Parcheggio in aeroporto
  • Voli di andata e ritorno
  • Assicurazione di viaggio
  • Trasporto aeroporto-hotel a/r
  • Buon alloggio in centro
  • Colazione
  • Treni per visitare città vicine (Manchester-Londra e Manchester Liverpool)
  • Carte per i trasporti illimitati per Londra e Barcellona
  • Attrazioni (Parque Guell)

Praticamente mancano solo cibo e souvenir. E considerate che ho pure perso delle offerte con i voli perché sono scema, il prezzo avrebbe potuto essere inferiore senza incidere sulla qualità.

Comodità non significa lusso (né prezzi spropositati)

Vacanze comode

Con questo articolo cosa voglio dire?

Ecco brava, arriva al punto.

Voglio dire che non avendo più vent’anni voglio viaggiare comoda, senza però spendere un capitale perché non sono ricca e non posso (purtroppo) permettermi viaggi di lusso.

Nel prossimo articolo spiegherò in dettaglio come ho prenotato e i prezzi di ogni parte del viaggio. Probabilmente seguirà un articolo con l’itinerario e, se sono ispirata, i prezzi inclusi di cibo per avere un totale definitivo e molto vicino alla realtà di OGNI spesa (sì, anche del caffè che prenderai solo per usare il bagno del bar).

Alla prossima!

Articolo creato 99

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto